TELT: Italferr si aggiudica la direzione lavori nella Piana di Susa

 

Affidate le Direzioni lavori per le stazioni internazionali e le opere all’aperto della sezione transfrontaliera in Francia e in Italia, rispettivamente sulla piana di Saint-Jean-de-Maurienne e Susa. Il raggruppamento guidato da Italferr (Gruppo FS Italiane) con SYSTRA France, Pini Group SA si è aggiudicato le Direzioni lavori e l’Alta sorveglianza per i lavori previsti dai Cantieri operativi 1 e 2 nella Piana di Susa per un totale di circa 18 milioni di euro. La Direzione Lavori per la stazione internazionale di Saint-Jean-de-Maurienne è stata invece affidata al raggruppamento di imprese che vede capofila SYSTRA, insieme a WSP e Richez Associés con un contratto pari a circa 5 milioni di euro.

Le società si occuperanno della nuova stazione dove la linea internazionale si interconnetterà con le linee esistenti e della supervisione di tutte le opere connesse: dai binari ai fabbricati di servizio alle piattaforme di interscambio. Si tratta di un passaggio fondamentale nell’avanzamento della Torino-Lione: mentre entrano nel vivo i lavori in sotterraneo per la costruzione del tunnel di base infatti, questi contratti consentono di avviare la fase operativa per la connessione della nuova linea alla rete ferroviaria esistente immaginando lo sviluppo trasportistico delle valli di Susa e della Maurienne nel quadro del Corridoio Mediterraneo.

Fonte: Mobilità.org

Affidate le Direzioni lavori per le stazioni internazionali e le opere all’aperto della sezione transfrontaliera in Francia e in Italia, rispettivamente sulla piana di Saint-Jean-de-Maurienne e Susa. Il raggruppamento guidato da Italferr (Gruppo FS Italiane) con SYSTRA France, Pini Group SA si è aggiudicato le Direzioni lavori e l’Alta sorveglianza per i lavori previsti dai Cantieri operativi 1 e 2 nella Piana di Susa per un totale di circa 18 milioni di euro. La Direzione Lavori per la stazione internazionale di Saint-Jean-de-Maurienne è stata invece affidata al raggruppamento di imprese che vede capofila SYSTRA, insieme a WSP e Richez Associés con un contratto pari a circa 5 milioni di euro. Le società si occuperanno della nuova stazione dove la linea internazionale si interconnetterà con le linee esistenti e della supervisione di tutte le opere connesse: dai binari ai fabbricati di servizio alle piattaforme di interscambio. Si tratta di un passaggio fondamentale nell’avanzamento della Torino-Lione: mentre entrano nel vivo i lavori in sotterraneo per la costruzione del tunnel di base infatti, questi contratti consentono di avviare la fase operativa per la connessione della nuova linea alla rete ferroviaria esistente immaginando lo sviluppo trasportistico delle valli di Susa e della Maurienne nel quadro del Corridoio Mediterraneo.

Fonte: Mobilità.org