Stevanato entra a Wall Street

Il Gruppo veneto Stevanato che ha supportato a livello mondiale il 90% dei progetti anti COVID, tramite siringhe e flaconi sterili di cui è rispettivamente secondo e primo produttore globale, e fornitore di SANOFI, per cui nel 2007 ha sviluppato un particolare tipo di siringa sterile, è sbarcato a Wall Street per trovare i capitali necessari all’ulteriore crescita del gruppo, che ha 5.6 miliardi di capitalizzazione. 

Il presidente esecutivo, Franco Stevanato, terza generazione della famiglia, considera la quotazione negli Usa necessaria per i passi successivi dell’azienda che vuole progredire nel campo dei prodotti farmaceutici iniettabili e della diagnostica in vitro, che nel complesso vale attorno ai 10 miliardi di dollari. Il Gruppo Stevanato è parte integrante della Supply-chain di Big Pharma, con una quota del fatturato riferita al mercato Usa del 25%.

Fonte Corriere della Sera: Daniela Polizzi

Il Gruppo veneto Stevanato che ha supportato a livello mondiale il 90% dei progetti anti COVID, tramite siringhe e flaconi sterili di cui è rispettivamente secondo e primo produttore globale, e fornitore di SANOFI, per cui nel 2007 ha sviluppato un particolare tipo di siringa sterile, è sbarcato a Wall Street per trovare i capitali necessari all’ulteriore crescita del gruppo, che ha 5.6 miliardi di capitalizzazione. Il presidente esecutivo, Franco Stevanato, terza generazione della famiglia, considera la quotazione negli Usa necessaria per i passi successivi dell’azienda che vuole progredire nel campo dei prodotti farmaceutici iniettabili e della diagnostica in vitro, che nel complesso vale attorno ai 10 miliardi di dollari.. Il Gruppo Stevanato è parte integrante della Supply-chain di Big Pharma, con una quota del fatturato riferita al mercato Usa del 25%.

Fonte Corriere della Sera: Daniela Polizzi