Stellantis chiude con Crédit Agricole

Stellantis firma gli accordi vincolanti con Bnp Paribas Personal Finance, Crédit  Agricole Consumer Finance e Santander Consumer Finance, che mirano a organizzare meglio la sua attuale piattaforma di servizi finanziari in Europa. Gli accordi supportano l’impegno dei servizi finanziari facenti parte del piano strategico Stellantis Dare Forward 2030. Sul versante Crédit Agricole, da un lato, l’accordo prevede la creazione da parte dei due partner di un leader paneuropeo nel noleggio di auto a lungo termine attraverso l’unione di Leasys e Free2MoveLease.

Oggi Leasys (363mila veicoli in flotta a fine 2021) è una controllata di Fca Bank e leader di mercato in Italia, mentre Free2Move Lease (444mila veicoli in flotta a fine 2021) gestisce l’attività di leasing di Stellantis per i marchi Psa e Opel. Questa nuova joint venture multibrand, controllata pariteticamente da Ca Consumer Finance e Stellantis, servirà tutti i clienti, sia aziende sia privati, in dieci paesi europei e mira a sviluppare una flotta di oltre un milione di veicoli entro la fine del 2026.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Stellantis firma gli accordi vincolanti con Bnp Paribas Personal Finance, Crédit  Agricole Consumer Finance e Santander Consumer Finance, che mirano a organizzare meglio la sua attuale piattaforma di servizi finanziari in Europa. Gli accordi supportano l’impegno dei servizi finanziari facenti parte del piano strategico Stellantis Dare Forward 2030. Sul versante Crédit Agricole, da un lato, l’accordo prevede la creazione da parte dei due partner di un leader paneuropeo nel noleggio di auto a lungo termine attraverso l’unione di Leasys e Free2MoveLease. Oggi Leasys (363mila veicoli in flotta a fine 2021) è una controllata di Fca Bank e leader di mercato in Italia, mentre Free2Move Lease (444mila veicoli in flotta a fine 2021) gestisce l’attività di leasing di Stellantis per i marchi Psa e Opel. Questa nuova joint venture multibrand, controllata pariteticamente da Ca Consumer Finance e Stellantis, servirà tutti i clienti, sia aziende sia privati, in dieci paesi europei e mira a sviluppare una flotta di oltre un milione di veicoli entro la fine del 2026.

Fonte: Il Sole 24 Ore