Nuovo contratto tra Thales Alenia Space e Telespazio con il Ministero della Difesa.

Thales Alenia Space ( Joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33% ) e Telespazio, ( Joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33% ), hanno firmato un altro contratto con il Ministero della Difesaper la realizzazione del sistema di telecomunicazioni satellitari sicure Sicral 3 e del relativo segmento di terra. Questo contratto, che oggi prevede lo sviluppo della fase D, è il risultato di un processo negoziale articolato che si sta sviluppando attraverso diversi contratti a partire dalle fasi iniziali 0/A, successivamente le fasi B e C e si concluderà con le prossime fasi realizzative per arrivare al lancio di Sicral 3A entro il 2026 e successivamente al lancio di Sicral 3B. Più in dettaglio, il programma Sicral (Sistema Italiano per Comunicazioni Riservate ed Allarmi) è costituito da satelliti geostazionari in grado di fornire servizi di comunicazione sia strategiche sia tattiche.

Lo scopo è quello di supportare le diverse missioni operative della Difesa sia su territorio nazionale che al di fuori dei confini italiani. “Il nuovo Sicral 3 risponde, dunque, alle esigenze di comunicazione e interoperabilità della Difesa italiana prevedendo un rinnovato assetto che possa dare continuità agli attuali servizi di telecomunicazioni satellitari in banda SHF e UHF dei satelliti Sicral 1B e Sicral 2, ampliando la suite dei servizi disponibili con la disponibilità di un payload in banda Ka, nonché ai servizi di sicurezza, di soccorso pubblico, e protezione civile”, si legge nelcomunicato stampa. “L’ulteriore contratto firmato oggi è il frutto della lunga e virtuosa collaborazione tra la nostra azienda e l’amministrazione della Difesa”, ha commentato Massimo Claudio Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. 

Fonte Milano Finanza: Francesca Gerosa

Thales Alenia Space ( Joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33% ) e Telespazio, ( Joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33% ), hanno firmato un altro contratto con il Ministero della Difesaper la realizzazione del sistema di telecomunicazioni satellitari sicure Sicral 3 e del relativo segmento di terra. Questo contratto, che oggi prevede lo sviluppo della fase D, è il risultato di un processo negoziale articolato che si sta sviluppando attraverso diversi contratti a partire dalle fasi iniziali 0/A, successivamente le fasi B e C e si concluderà con le prossime fasi realizzative per arrivare al lancio di Sicral 3A entro il 2026 e successivamente al lancio di Sicral 3B. Più in dettaglio, il programma Sicral (Sistema Italiano per Comunicazioni Riservate ed Allarmi) è costituito da satelliti geostazionari in grado di fornire servizi di comunicazione sia strategiche sia tattiche. Lo scopo è quello di supportare le diverse missioni operative della Difesa sia su territorio nazionale che al di fuori dei confini italiani. “Il nuovo Sicral 3 risponde, dunque, alle esigenze di comunicazione e interoperabilità della Difesa italiana prevedendo un rinnovato assetto che possa dare continuità agli attuali servizi di telecomunicazioni satellitari in banda SHF e UHF dei satelliti Sicral 1B e Sicral 2, ampliando la suite dei servizi disponibili con la disponibilità di un payload in banda Ka, nonché ai servizi di sicurezza, di soccorso pubblico, e protezione civile”, si legge nelcomunicato stampa. “L’ulteriore contratto firmato oggi è il frutto della lunga e virtuosa collaborazione tra la nostra azienda e l’amministrazione della Difesa”, ha commentato Massimo Claudio Comparini, amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. 

Fonte Milano Finanza: Francesca Gerosa