L'ASI, le CNES et l'Université de Munich s'associent pour le projet Space Founders                          

Incoraggiare e sostenere il progetto “SpaceFounders”, l’acceleratore europeo di tecnologia spaziale imprenditoriale che mira a potenziare e coltivare le migliori start-up spaziali di tutta Europa attraverso un programma d’élite incentrato su formazione e networking di alta qualità. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato tra l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’Agenzia Spaziale Francese (CNES) e l’Universität der Bundeswehr München (UniBW).

Per la prima volta in Italia, si è svolto a Roma il terzo evento Demo Day di “SpaceFounders”, in cui 10 start-up selezionate nel programma hanno presentato i loro progetti a un pubblico di investitori e professionisti di alto livello, presenti anche esperti dell’ASI, del CNES, dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), dell’European Innovation Council (EIC) e rappresentanti dei partner industriali Thales Alenia Space, Beyond Gravity e Airbus.

L’obiettivo del memorandum è quello di migliorare le competenze delle start-up selezionate nell’ambito del progetto grazie al supporto di esperti del settore e di facilitare l’accesso ai finanziamenti attraverso la creazione di reti di investimento, agevolando così l’ingresso in altri mercati europei. Le aree principali del programma comprendono l’esplorazione spaziale, le tecnologie satellitari, le comunicazioni e l’osservazione della Terra. Le agenzie italiane e francesi, in collaborazione con l’Università di Monaco, contribuiranno attivamente alla ricerca e alla selezione delle start-up e organizzeranno incontri con esperti, investitori e imprenditori.

Fonte Romandie-guide.ch : Leon Paz

Incoraggiare e sostenere il progetto “SpaceFounders”, l’acceleratore europeo di tecnologia spaziale imprenditoriale che mira a potenziare e coltivare le migliori start-up spaziali di tutta Europa attraverso un programma d’élite incentrato su formazione e networking di alta qualità. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato tra l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’Agenzia Spaziale Francese (CNES) e l’Universität der Bundeswehr München (UniBW).

Per la prima volta in Italia, si è svolto a Roma il terzo evento Demo Day di “SpaceFounders”, in cui 10 start-up selezionate nel programma hanno presentato i loro progetti a un pubblico di investitori e professionisti di alto livello, presenti anche esperti dell’ASI, del CNES, dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), dell’European Innovation Council (EIC) e rappresentanti dei partner industriali Thales Alenia Space, Beyond Gravity e Airbus. L’obiettivo del memorandum è quello di migliorare le competenze delle start-up selezionate nell’ambito del progetto grazie al supporto di esperti del settore e di facilitare l’accesso ai finanziamenti attraverso la creazione di reti di investimento, agevolando così l’ingresso in altri mercati europei. Le aree principali del programma comprendono l’esplorazione spaziale, le tecnologie satellitari, le comunicazioni e l’osservazione della Terra. Le agenzie italiane e francesi, in collaborazione con l’Università di Monaco, contribuiranno attivamente alla ricerca e alla selezione delle start-up e organizzeranno incontri con esperti, investitori e imprenditori.

Fonte Romandie-guide.ch : Leon Paz