La Rubrica Family Business di IREFI

Di Diane de Ferron

Quando il passaggio generazionale diventa una sfida strategica per l’azienda

L’urgenza di colmare il gap di competenze tra le generazioni

Le imprese familiari sono una realtà molto importante nel tessuto economico europeo, con dimensioni estremamente differenti: da piccole attività a grandi realtà con migliaia di dipendenti. Ma tutte hanno in commune il legame che unisce la famiglia alla propria azienda.

Le imprese familiari si trovano oggi ad affrontare importanti sfide in diversi ambiti. Per competere in un contesto in profonda trasformazione, queste aziende devono dimostrare di avere la capacità di innovare pur rimanendo legate ai loro valori ed alla loro storia.

E’ la sfida  maggiore del passagio generazionale: perenizzare i valori della famiglia dentro l’azienda essendo capace di anticipare i bisogni del mercato e di innovare.

Per questo è necessario colmare l’attuale gap di competenze tra le generazioni che caratterizza le aziende familiari. Ciò si può fare attraverso l’iniezione di nuova managerialità capace di facilitare e accelerare i processi di cambiamento, anche attraverso la formazione della nuova generazione, per introdurre stabilmente in azienda nuove capacità.

Da una visione condivisa tra le generazioni ad una nuova governance

Se la generazione che oggi ha il potere non lascia gli spazi giusti alla generazione successiva, c’è il rischio di perdere l’occasione di fare i cambiamenti strategici necessari per l’azienda. Per trasformare la crisi che attraversiamo in opportunità, è il momento di preparare il passaggio generazionale iniziando a costruire la visione condivisa dalle due generazioni che lavorano nell’azienda. Da questa visione nuova emergeranno i cambiamenti strategici necessari sia al livello della “governance” che a quello dell’organizzazione.

In effetti, Il modello particolare dell’azienda familiare è caratterizzato da una certa confusione dei ruoli tra membri della famiglia, azionisti e dipendenti, soprattutto nella prima e nella seconda generazione. Questa confusione può diventare pericolosa per l’azienda perché non le consente di dotarsi di una “governance” e delle competenze necessarie per crescere.

Preparare il passaggio generazionale significa quindi essere capace di far evolvere il modello separando i ruoli. Capire cioè quando il membro della famiglia si comporta da fratello, da azionista o da dipendente. È quindi necessario creare una “governance” d’impresa e familiare innovativa per far sì che ognuno abbia il ruolo giusto nello spazio adattato. 

 In conclusione

Oggi più che mai, organizzare il passaggio generazionale è una sfida strategica per l’azienda familiare che implica il ripensamento della “governance” d’impresa e familiare, e dei ruoli dei membri della famiglia, introducendo stabilmente in aziende nuove competenze. Oggi non si può più preparare il passaggio generazionale senza lavorare sulla professionalizzazione dell’azienda sia al livello della “governance” che a quello del management.

 

Diane de Ferron

Consulente Aziendale Familiare – Coach

Responsabile Family Business d’IREFI

d.deferron@irefi.eu

Contatti:

+33 (0) 153757903
hg

Indirizzi:

  • 38 Avenue Hoche 75008 Parigi, Francia
  • Via dei Banchi Nuovi  24, 00186 Roma, Italia
  • Via G. Serbelloni 4, 20122 Milano, Italia