Contributi per un’azione comune franco-italiana

Il 3° Forum Francia-Italia, dedicato ai temi delle infrastrutture dei trasporti e dell’energia si è svolto nella sede dell’Ambasciata Italiana di Parigi il 12 e 13 Maggio, (https://irefi.eu/3o-forum-delle-infrastrutture-dei-trasporti-e-dellenergia). Organizzato con il sostegno di INTESA SAN PAOLO, ha visto la partecipazione qualificata di più di 30 aziende francesi ed italiane protagoniste del settore, rendendo concreto il senso dell’impegno di IREFI in quest’ultimo anno: creare le condizioni che rendano possibile l’attuazione del Trattato del Quirinale, e promuovere al tempo stesso l’azione comune di Francia Italia sui temi di maggiore rilevanza strategica del nostro tempo. 

Lo stesso obiettivo è alla base del 5° Forum Francia-Italia delle imprese, (https://irefi.eu/5eme-forum-des-entreprises)  che avrà luogo a Roma nella sede dell’Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese i prossimi 30 Giugno e 1 Luglio, con il sostegno di BNL e BNP PARIBAS. Le prospettive di Francia ed Italia saranno esaminate tramite i rispettivi piani di rilancio nazionali, e la loro possibile concordanza con gli ambiziosi obiettivi bi-laterali del Trattato del Quirinale.

In particolare lo scopo del Forum sarà quello di porre al centro dell’attenzione la ricerca, e la possibilità che da essa possano nascere dei Campioni Franco-Italiani capaci di dare risposte alle esigenze europee di auto-sufficienza in alcuni settori di particolare importanza.

I Piani di Rilancio dei due paesi prevedono interventi specifici su questi ambiti ed il punto è quello di saperli coordinare nell’ interesse comune e con l’ambizione raccomandata dal Trattato.

A questo proposito IREFI ha svolto un lavoro preliminare di analisi dei rispettivi piani nazionali in modo da individuare i campi di azione più promettenti ed orientare l’intera discussione. Il dibattito sarà articolato in due tavole rotonde, introdotte dall’intervento di economisti, in un caso di BNL-BNP Paribas e nell’altro di BNP Paribas, in modo da fornire indicazioni utili alla definizione di obiettivi comuni per la successiva azione politica ed economica.

In momenti difficili come questi, in cui alle incognite della pandemia si sono succedute quelle della guerra in territorio europeo, saper guardare ad un futuro da costruire è la capacità più importante. Per farlo bisogna saper unire le rispettive capacità e metterle al servizio di una visione lungimirante.  Questa è la logica in cui si è svolto l’impegno in questi anni di IREFI, che intende continuare a sviluppare il proprio lavoro a favore dell’amicizia tra Francia ed Italia, fiducioso del contributo che potrà portare all’Europa intera. 

Il 3° Forum Francia-Italia, dedicato ai temi delle infrastrutture dei trasporti e dell’energia si è svolto nella sede dell’Ambasciata Italiana di Parigi il 12 e 13 Maggio, (https://irefi.eu/3o-forum-delle-infrastrutture-dei-trasporti-e-dellenergia). Organizzato con il sostegno di INTESA SAN PAOLO, ha visto la partecipazione qualificata di più di 30 aziende francesi ed italiane protagoniste del settore, rendendo concreto il senso dell’impegno di IREFI in quest’ultimo anno: creare le condizioni che rendano possibile l’attuazione del Trattato del Quirinale, e promuovere al tempo stesso l’azione comune di Francia Italia sui temi di maggiore rilevanza strategica del nostro tempo. 

Lo stesso obiettivo è alla base del 5° Forum Francia-Italia delle imprese,  (https://irefi.eu/5eme-forum-des-entreprises)  che avrà luogo a Roma nella sede dell’Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese i prossimi 30 Giugno e 1 Luglio, con il sostegno di BNL e BNP PARIBAS. Le prospettive di Francia ed Italia saranno esaminate tramite i rispettivi piani di rilancio nazionali, e la loro possibile concordanza con gli ambiziosi obiettivi bi-laterali del Trattato del Quirinale.

In particolare lo scopo del Forum sarà quello di porre al centro dell’attenzione la ricerca, e la possibilità che da essa possano nascere dei Campioni Franco-Italiani capaci di dare risposte alle esigenze europee di auto-sufficienza in alcuni settori di particolare importanza.  I Piani di Rilancio dei due paesi prevedono interventi specifici su questi ambiti ed il punto è quello di saperli coordinare nell’ interesse comune e con l’ambizione raccomandata dal Trattato.

A questo proposito IREFI ha svolto un lavoro preliminare di analisi dei rispettivi piani nazionali in modo da individuare i campi di azione più promettenti ed orientare l’intera discussione. Il dibattito sarà articolato in due tavole rotonde, introdotte dall’intervento di economisti, in un caso di BNL-BNP Paribas e nell’altro di BNP Paribas, in modo da fornire indicazioni utili alla definizione di obiettivi comuni per la successiva azione politica ed economica.

In momenti difficili come questi, in cui alle incognite della pandemia si sono succedute quelle della guerra in territorio europeo, saper guardare ad un futuro da costruire è la capacità più importante. Per farlo bisogna saper unire le rispettive capacità e metterle al servizio di una visione lungimirante.  Questa è la logica in cui si è svolto l’impegno in questi anni di IREFI, che intende continuare a sviluppare il proprio lavoro a favore dell’amicizia tra Francia ed Italia, fiducioso del contributo che potrà portare all’Europa intera.